Educare alla vastità

Le nostre origini più profonde non sono legate all’individualismo e al narcisismo: al contrario, ricordarle significa educare alla vastità.

L’infinito Universo, l’Amore, l’Eternità.

Anche questo è I Care.

Annunci

Voi cosa rispondereste…..?

 

 

Se vi chiedessi di chiudere gli occhi e immaginare quanta strada avete fatto fino ad ora nella vostra vita, quanti ostacoli, gioie e dolori avete affrontato, se per mano avete avuto qualcuno che con voi ha camminato in questo viaggio…… voi cosa rispondereste?

Vi sarà capitato più volte di sentire qualcuno paragonare il viaggio della vita ad una situazione in particolare, alla nascita di un figlio ad esempio, ma ci sono anche quelle persone che  lo definiscono  con delle emozioni provate, con delle situazioni che si sono create nei loro pensieri in un momento preciso e che hanno costruito il percorso del loro viaggio.

Io l’ho chiesto a persone che non avevano idea di cosa avrebbero dovuto dire fino a 5 minuti prima che la telecamera si accendesse e nonostante l’imbarazzo hanno aperto i loro pensieri, hanno spiegato che il viaggio può partire da un ricordo, da un avvenimento importante alcuni hanno saltato ostacoli con le loro forze e alcuni mano nella mano con qualcun’altro, altri ancora hanno viaggiato avanti e hanno immaginato come sarà il loro futuro.

Risposte diverse, pensieri diversi………….. persone diverse.

Ma TUTTI , hanno una cosa in COMUNE…………..

Stanno camminando sulla strada che giorno dopo giorno, con felicità, difficoltà e fatica…… riempirà la loro VITA.

…. e quindi cari amici, io lo chiedo a tutti voi……………. cos’è il VIAGGIO?

Differenze

Associazione Bambini Cerebrolesi Lombardia

differenze

“La mia anima mi ha parlato fratello, e mi ha illuminato.

E spesso, anche a te, l’anima parla e ti illumina.

Tu, infatti, sei come me e non c’è differenza tra noi se non questa :

io esprimo ciò che ho dentro di me in parole che ho udito nel mio silenzio,

mentre tu custodisci, tacito, ciò che è dentro di te.

Ma la tua silenziosa custodia ha lo stesso valore del mio tanto parlare.” (cit. Gibram)

greca

maniNon so se capita anche a voi, ma accade che ci siano attimi in cui scopri (in questo caso grazie ad altri) che alcune parole, frasi o poemi calzino perfettamente su stati d’animo, momenti di vita quotidiana o su modi di pensare comuni che purtroppo si rivelano, a volte, superficiali.

Vivo questa scoperta come l’illuminare  un qualcosa che è sempre stato lì, a guardarmi, a implorarmi di leggerlo, ma soprattutto di farlo leggere!…

View original post 372 altre parole

PENSARE, CHIEDERE………………PRENDERE.

Ultimamente mi è stato chiesto più volte cosa vuol dire per me prendersi cura di qualcuno… Credo di non aver mai dato una vera e propria risposta ancora… Forse per la poca esperienza, data la mia giovane età o forse perchè non sono mai riuscita a cercare fino in fondo ai miei pensieri una vera risposta.
Quindi, giocherellando per trovare una risposta anche nei pensieri di chi mi sta vicino nella vita quotidiana ho posto questa domanda ai miei genitori che con una strana smorfia di curiosità hanno risposto: “Accertarsi che quel qualcuno abbia tutto il necessario, rendere felice una persona.”
L’ho chiesto anche al mio fidanzato (che probabilmente avrà pensato a qualche sorta di trabocchetto tipico di noi donne) se l’è comunque cavata bene con un: ” credo che prendersi cura di qualcuno voglia dire aiutarlo nelle difficoltà, ad esempio quando insegni a un bambino ad allacciarsi le scarpe.”
Prese queste risposte, ho dedotto che il pensiero comune al “prendersi cura” è quello di aiutare qualcuno, insegnare, lasciare un segno per la vita, tutti peró con un modo diverso dato dall’esperienza degli anni o da pensieri di semplice gioventù ma tutti con lo stesso scopo: dare qualcosa di noi stessi a qualcun’altro. Ecco, forse è proprio questo il significato che dó al “prendersi cura”, sapere che ognuno di noi puó regalare all’altro un tassello di puzzle da incastrare nella propria vita, semplicemente…..

contingo-mani-sito

Pensiero 2.0

Vorrei scrivere un libro…

cuore e libro

ma lo vorrei scrivere nel tuo cuore, in modo che non sia necessario l’inseguire lo scorrere delle parole sulla carta poichè…..  ti basterà ascoltare il battito e scoprire, infine, che è unisono al mio.